GLU-CAB

GLU-CaB è un nutriente con Calcio e Boro, che insieme al Gluconato formano un composto che fornisce un’approvvigionamento bilanciato di componenti. Ciò migliora l’assimilazione di ciascuno e previene la malformazione e la caduta di frutti immaturi e la necrosi sui bordi delle foglie (per esempio, la “butteratura amara” o le foglie marce negli alberi di mele e pere, il decadimento apicale in diversi ortaggi, e la decomposizione dei frutti in generale).

L’applicazione di GLU-CaB potenzia le pareti cellulari degli ortaggi e migliora la resistenza della pianta a diversi fattori avversi, biotici e abiotici.

In aggiunta alle sue funzioni strutturali, il calcio è un fattore di stimolazione della crescita per il pelo radicale e per la radice stessa.

Nelle piante, il calcio è presente nelle foglie, nei gambi/plumule e nelle radici. La quantità contenuta nel seme è meno significativa.

La maggior parte del calcio assorbito dalle piante si trova nelle pareti cellulari. È stato dimostrato che stimola la risposta delle cellule o del protoplasma a prodotti creati dai microbi (stimolatori).

Le quantità di molti patogeni delle piante sono state ridotte in modo verificabile a seguito delle applicazioni di calcio. Alcuni esempi includono l’”oidium” (Uncinula necátor) della vite, la Mycena citricolor (chiamata anche “ojo de gallo” in America Latina) del caffè, e lo Sclerotium rolfsii nelle carote. Gli stessi effetti sono stati osservati anche in diverse specie di Pythium di raccolti differenti.

Quando è stato applicato il calcio, è stata osservata anche una riduzione nell’intensità della Phytophtora cinnamoni negli avocado e della Phytophtora nicotiana negli agrumi.

Il Boro ha una funzione strutturale nelle pareti cellulari delle piante associata con la formazione di pectina. È un elemento cruciale usato per sopprimere i patogeni nelle piante. Ad oggi, il meccanismo della sua azione soppressiva è conosciuto solo parzialmente. Abbiamo diversi esempi della sua soppressione di patogeni: Xanthomonaspestris pv.campestris nel cavolfiore, Plasmodiophora brassicae nelle specie di brassica, Fusarium oxisporum f.sp.lycopersici nei pomodori, “Ruggine gialla” nel grano (Puccinia striiformis), e altri ancora.

Si presume che, oltre alla sua azione strutturale, nella concentrazione giusta sia tossico per alcuni patogeni.
La combinazione di calcio e boro fornisce forza costitutiva strutturale ed è essenziale del meccanismo di difesa contro le avversità abiotiche e biotiche.